Search

Gheula Canarutto Nemni

Nella diversità siamo tutti uguali

Month

March 2017

Why the world is so afraid to use the word ‘terrorist’

Why the world is so afraid to use the word ‘terrorist’

By Gheula Canarutto Nemni

Dear world, did you really think pedestrians would be over run by cars only in Jerusalem’s streets?

Did you really hope knives would strike only those who walk on disputed sidewalks?

Dear world do you realize you let yourself be deceived by media headlines and geopolitical assumptions, which describe the Middle East as a very distant, universe?

You hid your head in the sand to avoid feeling the first signals of an internal war. You closed your eyes when faced with the 2017 Jewish European exodus, in front of the terror attacks that killed men, women and children at the Jewish school gates, at the cashiers of the Hyper Casher.

Europe was not born as a U.N resolution. It was not settled by nations which were coming back home. European legitimacy was never discussed by politicians, actors and boycott movements.

So why do car rampages and terror attacks happen in London, Nice, Paris, Berlin, and Bruxelles too?

Why does all this also happen so far from Israel?

What ideology do they share, those individuals who go around looking for a victim in Israeli streets and those who kill in front of the British Parliament?

Dear world, the time has come for you to open your eyes and understand who is standing in front of you. The time has come to wake up and shake yourself from your pacifist dullness nourished with free tolerance.

This is the only way you can say, one day, I really did something to save my children’s future.

They want to deprive you of those values you fought so hard for. They are using your efforts for integration to bring you towards disintegration.

They hate your culture, your democracy. They hate your dances, your music, your diversity.

Dear world, the time has come to be brave and define that person who runs into a crowd of people who are watching the fireworks on the Boulevard des Anglais as a terrorist. The individual who runs with his car into people who are looking for a Christmas present in Berlin is a terrorist.

They are not drunk, they are not lonely wolves. They don’t suffer from depression or behaviour issues. They are terrorists who are killing innocent people whether on British, French, German or Jewish soil.

They are not only fighting to bring the borders back to before ’67. They don’t want only a part of Israeli territory. They want all Israel. And Europe. They want the whole world.

Truth, honesty and consistency are powerful weapons. Please world, start to use them before it is too late.

17504424_10211180074553438_1587843083399641041_o

 

Caro mondo, la tua integrazione si sta trasformando nella tua disintegrazione…

17504424_10211180074553438_1587843083399641041_oCaro mondo che ti eri illuso che i pedoni venissero travolti solo nelle strade di Gerusalemme. Che speravi coltelli e pugnali colpissero alle spalle solo chi cammina su marciapiedi contesi. Che ti sei lasciato ingannare da titoli mediatici e tesi geopolitiche, che descrivono il medio oriente come un universo a te molto, molto, lontano. 

Caro mondo che hai nascosto la testa nella sabbia per non sentire le avvisaglie di una guerra interna. Che hai chiuso gli occhi davanti all’esodo degli ebrei dall’Europa nel 2017, davanti agli attacchi terroristici che hanno falciato donne, uomini e bambini nelle entrate delle scuole ebraiche, alla cassa degli Hyper Casher.

L’Europa non è un insieme di stati nati da una risoluzione ONU nel 1948. L’Europa non è stata fondata da popoli che ritornavano sulla propria terra. La legittimità dell’Europa non è mai stata messa in discussione da politici, attori e movimenti boicottatori.
Eppure anche a Londra, Nizza, Parigi, Berlino, Anversa, ci sono terroristi che si buttano con la propria macchina sulla folla, assassini che ammazzano a sangue freddo ragazzi che ballano in una discoteca.

Perché accade tutto questo anche lontano da Israele, mondo, te lo sei mai chiesto? Cosa accomuna quello che gira con il pugnale per le strade israeliane e chi lo fa di fronte al parlamento inglese?

Caro mondo, solo se aprirai gli occhi e capirai chi hai davanti, solo se ti scuoterai dal tuo torpore pacifista intriso di tolleranza gratuita, potrai dire di avere fatto qualcosa per salvare il domani dei tuoi figli.

Vogliono toglierti i valori che hai conquistato con grande fatica, utilizzando la tua voglia di integrazione per disintegrarti.

Odiano la tua cultura, la tua democrazia. Odiano i balli, la musica, la diversità.

Caro mondo, solo se troverai dentro di te il coraggio di chiamare terrorista chi travolge la folla che con gli occhi verso il cielo sta guardando i fuochi d’artificio sulla boulevard des Anglais, chi si lancia contro persone mentre sono alla ricerca di un regalo nei mercatini di Natale. Non sono ubriachi, lupi solitari, depressi, non sono individui con problemi comportamentali. Sono terroristi e stanno spargendo sangue innocente dove si parla l’inglese, il francese, il tedesco. E l’ebraico.

Non vogliono solo il ritorno ai confini del ’67. Non vogliono solo un pezzo di terra d’Israele. Vogliono tutta Israele. Vogliono tutta l’Europa. Vogliono il mondo intero.

La verità e la coerenza sono armi potenti. Tirale fuori dai tuoi arsenali prima che sia troppo tardi.

Gheula Canarutto Nemni

Create a free website or blog at WordPress.com.

Up ↑

%d bloggers like this: